Il mistero della collina verde

 

Per una volta cambio timbro e registro del blog postando più che una delle mie solite “sedute psicoanalitiche” che da qualche mese a questa parte sono protagoniste su queste pagine, una curiosità. A tanti sinceramente non interesserà, tanti altri come me compreso non se lo sono mai chiesti fino ad oggi, altri invece hanno effettuato delle ricerche su Google cercando le varie risposte. Tutti abbiamo usato e molti usano ancora oggi il sistema operativo di casa Microsoft Windows XP che per ben 10 anni (dal 2001 ad oggi) ci ha tenuto e ci tiene “compagnia”. Uno dei sistemi operativi Windows più longevo e più utilizzato nel mondo. Windows XP è ad oggi considerato come uno dei migliori sistemi operativi mai rilasciati ed è ancora utilizzatissimo, visto anche il flop del suo erede, Windows Vista (secondo memorabile flop dopo Windows ME – millenium edition, rilasciato nel 2000), frettolosamente abbandonato in favore del nuovissimo Seven, che sta velocemente prendendo piede. Windows XP segnò inoltre una svolta: non solo l’interfaccia grafica fu rivisitata rispetto ai suoi predecessori, ma vennero create edizioni diverse del sistema operativo, ognuna dedicata ad una specifica fascia di utenti. E anche chi non ha mai usato sistemi operativi Microsoft, ricorderà e avrà avuto modo di vedere quello sfondo composto da un prato e delle colline totalmente ricoperte di erba verde e un cielo azzurrissimo arricchito con numerose nuvole bianche. Uno sfondo che dovunque tu sia, in ufficio a casa, a scuola o dove volete voi, mette calma distende i nervi e ci fa sognare. Lo sfondo si chiama Bliss o più comunemente Colline, ed è stato ed è lo sfondo di default che Microsoft ha scelto di impostare su Windows XP. La prima ipotesi che poteva essere messa in discussione da chi si chiedeva se il paesaggio fosse vero o finto, era che lo sfondo in questione fu creato ad hoc con qualche programma stile photoshop apposta per piazzarlo nei miliari di PC sparsi in tutto il mondo. In realtà non è finto, è vero. E’ una fotografia scattata che riprende un paesaggio che è davvero esistito e se vogliamo esiste anche oggi, con diverse modificazioni. Il fotografo è Charles O’Rear, e lo scatto è avvenuto per caso nel 1995 mentre stava facendo un giro sulla sua moto e la bellezza di uno dei dolci clivi californiani di Sonora Country lo ha colpito. Come ogni buon fotografo che si rispetti, aveva con sé una macchina fotografica e decise di fare clik, non sapendo che quel click potesse diventare così tanto famoso. O’Rear racconta che la foto non è stata arricchita o modificata in maniera artificiale. I colori, le sfumature, le combinazioni naturali sono quindi originali. O’Rear confessò che Microsoft sborsò moltissimi soldi per avere quella fotografia e poi farne l’uso che tutti noi sappiamo già. La collinetta era normalmente sfruttata come vigneto, come lo è oggi, ma negli anni ’90 fu colpita dalla fillossera e fu quindi lasciata a prato verdissimo: perfetta, insieme al cielo, per i colori aziendali verde e azzurro scelti per Windows XP da Microsoft. In altre parole, una delle immagini più viste e diffuse al mondo fu resa possibile da un parassita. Incredibile no? A distanza di 16 anni da quello scatto, e da 10 anni quando questa famosa immagine si diffuse a macchia d’olio su tutti i computer, questo panorama esiste ancora, ma in veste ben diverse.


Oggi, dopo la crisi nei vigneti di Napa Valley, le uve sono tornate alla terra, e il bellissimo paesaggio che è stato fotografato nel 95 è molto diverso, in realtà è poco attraente come sfondo. Ad oggi il panorama è nuovamente cambiato, difatti terminato quel periodo di crisi i vigneti tornarono a ricoprire tutta la zona. Ecco due foto recenti scattata all’incirca nello stesso luogo… Leggermente diverso vero?

Altre foto del paesaggio prese da Google Map:


Se avete tempo da perdere, e volete vedere voi stessi la collina su Google Maps cliccate qua!!! Trascinate l’omino giallo sul punto indicato della mappa per vedere la zona in 3D grazie al nuovo servizio di Google che ci permette di visualizzare le strade e il paesaggio come se fossimo lì.

Condividi l'articolo sui Social:

Un pensiero riguardo “Il mistero della collina verde

  • giovedì 22 settembre 2011 in 16:09
    Permalink

    Ho fatto una prova per inserire un video e ci sono riuscita!Grazie,sei stato molto gentile a spiegarmi tutto per filo e per segno..Sono molto imbranata per quanto riguarda la tecnologia..grazie mille ancora!!!Bacioni:-)

     
    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + quattordici =