Riflessione

Alle volte la verità non è facile da accettare e fa male. Anzi malissimo. Le scelte degli altri molto spesso (per non dire SEMPRE) condizionano la nostra vita a volte nel bene, a volte nel male. E noi dobbiamo trovare una ragione. I se e i forse a poco servono, se un qualcosa è stato deciso… c’è poco da fare. Se qualcosa è andato male spesso non si ha la possibilità di rimediare. Però quando questo qualcosa tocca la nostra vita, i nostri modi di fare e di pensare, le amicizie, gli amori… allora un qualcosa dentro di noi cambia. Qualsiasi sia la scelta, sia positiva che negativa, è da accettare. Se è negativa farà malissimo ma comunque aiuta a crescere. Si passano ore a riflettere ininterrottamente cercando delle motivazioni valide. Ma stai tranquillo che queste motivazioni difficilmente le troverai… e stai male, malissimo… tanto da lasciarti abbandonare in un pianto enorme… però se questo può servire ben venga. La verità e le scelte degli altri che più ti condizionano non sono facili da capire… devi solo accettarle, per quanto ti possa andar bene o male e per quanto possa far male. E sempre ancor più spesso, queste scelte se importanti per te… ti fanno venir voglia di mollare tutto. E per una santa volta non centra la scuola… spesso ho voglia di raccontare la mia vita a persone che il giorno dopo si dimenticheranno di me. Ho voglia di prendere la macchina e di andare via… lontano da tutto e da tutti. Superare la frontiera… cercando di superare anche le mie frontiere, i miei limiti. La vita la si può però paragonare ad un viaggio in treno: si sale, si scende, e a qualche fermata ci sono sorprese piacevoli ed a qualcun’altra profonda tristezza. Alcune per noi saranno molto importanti, i nostri amici, e tutte le persone meravigliose che amiamo. Ci sono persone sul treno sempre presenti e sempre pronte ad aiutare coloro che ne hanno bisogno. Quando qualcuno scende, lascia una nostalgia perenne… così è il viaggio! Pieno di sfide, sogni, fantasie, speranze e addii, ricordando che in ogni fase del tragitto uno dei nostri compagni può vacillare e possibilmente ha bisogno della nostra comprensione. La separazione da tutti gli amici che abbiamo incontrato durante il viaggio sarà dolorosa ma abbiamo la speranza che prima o poi arrivi la stazione centrale e avremo l’impressione di vederli scendere con un bagaglio che quando erano saliti sul treno ancora non avevano. Ciò che ci renderà felici è il pensiero che abbiamo contribuito ad aumentare e arricchire il loro bagaglio. Facciamo il possibile per far sì che si faccia un buon viaggio e che alla fine ne sia valsa la pena. Spero che questo problema si risolvi al più presto possibile. Lo spero con tutto il cuore!

 
Condividi l'articolo sui Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =