Ho imparato a sognare

Ho imparato a sognare, che non ero bambino
che non ero neanche un’ età
Quando un giorno di scuola mi durava una vita
e il mio mondo finiva un po là
Tra quel prete palloso che ci dava da fare
e il pallone che andava come fosse a motore
C’era chi era incapace a sognare
e chi sognava già
Ho imparato a sognare e ho iniziato a sperare
che chi c’ha avere avrà
ho imparato a sognare quando un sogno è un cannone,
che se sogni ne ammazzi metà
Quando inizi a capire che sei solo e in mutande
quando inizi a capire che tutto è più grande
C’ era chi era incapace a sognare
e chi sognava già

Tra una botta che prendo e una botta che dò
tra un amico che perdo e un amico che avrò
che se cado una volta una volta cadrò
e da terra, da lì m’alzerò

C’è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò

Ho imparato a sognare, quando inizi a scoprire
che ogni sogno ti porta più in là
cavalcando aquiloni, oltre muri e confini
ho imparato a sognare da là

Quando tutte le scuse, per giocare son buone
quando tutta la vita è una bella canzone
C’era chi era incapace a sognare
e chi sognava già

Tra una botta che prendo e una botta che dò
tra un amico che perdo e un amico che avrò
che se cado una volta una volta cadrò
e da terra, da lì m’alzerò

C’è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò

( Ho imparato a sognare – Negrita / Tre uomini e una gamba )

 

 
Condividi l'articolo sui Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × tre =