Considerazione personale

Ed ho imparato che a volte bisogna rassegnarsi all’evidenza, finire di nutrire false speranze e farsi male. Ho imparato a dire “è andata cosi”, non sempre puoi combattere da solo la tua battaglia, perchè quasi inevitabilmente la si perde. Se l’alleato si rifiuta di continuare ad esser tale, tu abbandona il “campo”, combattere da solo non ti porterà da nessuna parte. Ho imparato che è inutile colpevolizzarsi di colpe che non si hanno per far andare avanti le cose, è anche inutile pensare che una persona possa cambiare.. “se uno nasce quadrato, rimane quadrato, non diventa tondo”. Il passato alle volte deve rimanere quel che è, esser lasciato indietro, ripescarlo molte volte vuol dire ferirsi una seconda volta, non voltarsi mai, solo cosi si può proseguire con  fermezza, e serenità ciò che si vive nel presente. Ho imparato a dire “IO MERITO DI MEGLIO!”.
 
Condividi l'articolo sui Social:

2 pensieri riguardo “Considerazione personale

  • martedì 18 Maggio, 2010 in 23:39
    Permalink

    sono pienamente d’accordo con te….è inutile correre dietro a persone che non fanno uno sforzo per venirti incontro…a volte si cerca un modo un qualsiasi modo per riuscire a sistemare le cose, dandosi colpe….ma non sempre tutto si può sistemare se entrambi non ci credono più….alcuni ti perdono ma altri ti trovano!a volte il passato ritorna per qualche strano gioco del destino….ma se non li si lascia indietro non si può guardare avanti

     
    Risposta
  • martedì 23 Novembre, 2010 in 00:03
    Permalink

    ahahahah…è buffo ricapitare a leggere questo post adesso….e sono convinta ancora una volta che hai ragione…ma sono ancora più convinta del fatto che probabilmente alcune volte basta veramente poco per riaprire porte che pensavi fossero chiuse…ed è vero si finisce solo per ferirsi un altra volta…

     
    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 4 =